AgileConstellation

AgileConstellation

La Business Agility, nonché l’Antifragilità, è oggi tra i principali obiettivi di molte organizzazioni, indipendentemente dal settore di appartenenza e dal mercato di riferimento.

Per supportare concretamente lo sviluppo di un percorso che permetta di avanzare verso tale traguardo, è indubbio che lo sviluppo di un mindset Agile, nonché la creazione di un adeguato set di pratiche contestualizzate, è la strada maestra da considerare e sperimentare. Non bisogna cadere nella trappola di considerare l’Agile adatto solo al mondo dello sviluppo software, tant’è che, a differenza di quanto comunemente si creda, le radici dell’Agile si individuano proprio in aziende non software, così come evidenziato nel paper di riferimento intitolato “The New New Product Development Game, realizzato ad Harvard nel 1986 da Hirotaka Takeuchi e Ikujiro Nonaka.

In funzione di queste premesse, nasce AgileConstellation che si pone come un open-agorà per raccoglie le esperienze di declinazione dell’Agile in contesti diversi, caratterizzata da prodotti afferenti a più discipline, in cui il ruolo del progetto (come mainstream di attività di cui il prodotto è uno degli output) è ancora fondamentale.

AgileConstellation, non si pone l’obiettivo di applicare un framework, o una metodologia che si voglia, all’interno del dipartimento software di un’azienda che si occupa di altro, ma piuttosto applicare un approccio Agile all’organizzazione e alla realizzazione dei progetti e dei prodotti caratterizzanti il business dell’azienda, spesso caratterizzati da un insieme di aree e domini ingegneristici molto diversi tra loro. L'obiettivo è quello di superare le tipiche problematiche di sviluppi indipendenti che vengono integrati alla fine, secondo la logica della Big Bang Integration che porta a diversi problemi critici:

    • l’efficienza di sviluppo è fortemente penalizzata, poiché i diversi team non comunicano costantemente tra loro e non condividono il know-how e gli elementi di forza e debolezza.
    • i problemi vengono alla luce solo in una fase avanzata di realizzazione della soluzione, con costi di fix elevati, soprattutto per le componenti materiali.
    • la soluzione finale spesso contiene un compromesso qualitativo a ribasso, dettato dalla necessità di consegnare la soluzione in tempo che spinge alla ricerca di workaround laddove i vari componenti non si integrino perfettamente.

 

Attualmente, AgileConstellation si concentra sui seguenti domini di riferimento, che costituiscono le “stelle” della costellazione:

AgileBIM Agile meets Construction: AgileBIM. 

Per quanto possa sembrare difficile immaginare di realizzare un’opera civile o infrastrutturale in modo iterativo ed incrementale, l’arrivo del Building Information Modeling sta rivoluzionando il settore delle costruzioni in modo dirompente e il concetto di collaborazione multidisciplinare è alla base di tale rivoluzione. AgileBIM offre un ricco toolkit di riferimento che permette di concretizzare uno scenario di lavoro Agile focalizzato sulla trasparenza operativa, sul miglioramento dell'utilizzo delle risorse e sulla comunicazione. 

AgileBIM Agile meets IoT: AgileIoT. 

Il numero di sistemi connessi, che raccolgono dati dalle fonti più disparate, è in continuo aumento e rappresentano uno degli elementi chiave dell’Industria 4.0. Ciò ha creato una spinta costante a sviluppare nuove soluzioni in grado di integrare le tecnologie digitali in modo sostenibile con il mondo fisico, avvalendosi di soluzioni Cloud-based per l’elaborazione delle informazioni e, eventualmente, la generazione automatizzata di riposte di contesto. AgileIoT si concentra su un approccio end-to-end allo sviluppo dei prodotti affini, evidenziando come sia fondamentale avere padronanza degli strumenti utilizzati e consapevolezza della complessità relativa, nonché nella gestione degli aspetti manifatturieri relativi.

AgileBIM Agile meets Engineering: AgileEngineering. 

L’ingegneria di sistema è caratterizzata da un approccio piuttosto lineare e sequenziale, ispirato al classico modello a “V”. Tuttavia, l'accelerata del mercato, e la crescente domanda di innovazione di prodotto, stanno cambiando il modo in cui gli ingegneri e le aziende scelgono di organizzare ed eseguire il proprio lavoro.  In particolare, lo sviluppo di un mindset Agile, nonché l’applicazione delle tecniche affini, può aiutare i team di ingegneri a colmare il divario con gli stakeholder, promuovendo feedback rapidi in grado di ridurre il rischio di rilavorazioni, soprattutto nelle ultime fasi di sviluppo del prodotto. AgileEngineering grazie ad un workflow dinamico e la visualizzazione dei flussi di lavoro, supporta lo sviluppo di un approccio al miglioramento continuo, grazie al quale le aziende riescono a lavorare in modo più efficiente con un time to market ridotto.

AgileBIM Agile meets Artificial Intelligence: AgileAI.

Gli strumenti di Intelligenza Artificiale diventano ogni girono più potenti e sono progressivamente in grado di supportare strategicamente le diverse dinamiche aziendali. Si ha quindi l’opportunità di sfruttare una enorme mole di dati, inimmaginabile fino a qualche anno fa, per efficientare i diversi workflow operativi, ottimizzando i costi e migliorando le performance generali, ma anche per sviluppare nuovi servizi innovativi che permettano di aumentare il gradimento dei clienti nei confronti dell’azienda. AgileAI si propone di integrare un approccio ispirato all’Agile e Lean con i nuovi strumenti di Intelligenza Artificiale per migliorare i processi aziendali, individuando i colli di bottiglia in modo efficiente ed aumentare il grado di predicibilità delle diverse attività in essere. Il tutto come una sorta di “information radiator intelligente”, dove comunque il team ha sempre l’ultima parola a riguardo. 

Questi domini sono solo alcuni di quelli che oggi sono interessati dal tema della Business Agility, non solo in termini di processi o framework, ma soprattutto nel senso più ampio di flessibilità e di sopravvivenza organizzativa. La cosa fondamentale da sottolineare è che non esiste un vero e proprio percorso standard verso la Business Agility, essendo un viaggio in cui il primo passo è quello più difficile da fare.

 

Indipendentemente dal settore, un’azienda può sempre cercare di essere più flessibile e migliore di ieri. 

AgileConstellation twitters

Contacts

twitter logo

Contact us at: info (at) agileconstellation.info